Dalla Giunta

Approvato il Piano turistico della Basilicata

Gli obiettivi sono: potenziare la narrazione turistica, concorrendo a rafforzare l'immagine, la reputazione e la notorietà della Basilicata turistica. Stanziato dalla Giunta regionale un milione di euro. Per la promozione delle risorse turistiche materiali ed immateriali sono stati stanziati 600mila euro. E 1 milione e 900mila euro per la valorizzazione e fruizione ai fini turistici delle risorse culturali, enogastronomiche e ambientali comprese in 9 aggregazioni tematiche

 

Il Piano di comunicazione e marketig 2014 dell'Apt è stato approvato nel corso dell'ultima riunione dalla Giunta regionale. L'importo complessivo ammesso al finanziamento con il provvedimento è di 1 milione di euro.
L'esecutivo regionale ha considerato la proposta di Piano presentata dall'Apt coerente ed efficace in relazione alla strategia regionale di consolidamento del posizionamento dell'immagine della Basilicata e della sua offerta turistica conseguito negli ultimi anni e per assicurare la presenza qualificata del turismo regionale sui mercati nazionali ed internazionali della domanda turistica.
Il Piano parte dall'analisi dei dati statistici 2013 su arrivi, presenze, provenienze dei clienti, flussi nelle diverse destinazioni, addetti e unità locali (in Basilicata sono oltre 5.300 le imprese del settore di cui, nel solo comparto «servizi di alloggio e ristorazione» non meno di 3.800 unità locali), le attività economiche collegate al turismo.
Il Piano 2014, si legge nel testo approvato, è volto a potenziare la narrazione turistica, concorrendo a rafforzare l'immagine, la reputazione e la notorietà della Basilicata turistica. In questo contesto si punta alla promozione come lavoro di squadra: in proposito una particolare attenzione verrà rivolta ad una maggiore integrazione tra turismo e agricoltura, anche con apposito protocollo d'intesa con l'Alsia condividendo iniziative e progettualità nell'ambito della promozione del turismo rurale, dei prodotti tipici e dell'eno-gastronomia regionale.
Le linee guida del Piano considerano preliminarmente l'immagine percepita della Basilicata turistica, le esperienze di successo ed i fattori di criticità rilevati nel corso del 2013, le nuove consapevolezze derivanti dall'analisi dello scenario complessivo dei turismo internazionale e nazionale e il quadro delle opportunità, anche in vista della nuova programmazione comunitaria.
Il documento programmatico dell'Apt focalizza i principali macro-obiettivi della promozione territoriale 2014: rafforzare la promozione del brand e dei turismi di Basilicata sia sul versante imprenditoriale, attraverso i club di prodotto, sia sul versante dell'offerta, esplicitando le plurali vocazioni dei turismo lucano con riferimento a specifiche comunità di viaggiatori e alle principali motivazioni per un viaggio in Basilicata con campagne specifiche; sostenere la candidatura di Matera a Capitale della Cultura 2019 quale opportunità per tutta la Basilicata; potenziare la capacità comunicativa della Basilicata turistica privilegiando accanto alle azioni tradizionali (workshop, fiere) quelle di «guerriglia marketing» e di «marketing laterale» a partire dai punti forza e dalle esperienze di successo; accrescere l'attrattività territoriale della regione per iniziative e manifestazioni sportive, scientifiche, artistiche, culturali, e per l'industria della creatività; moltiplicare l'efficacia delle azioni di promozione e comunicazione territoriale e turistica cooperando e coinvolgendo operatori pubblici e privati attivi in questo settore (Lucana Film Commission, Gruppi di Azione Locale, Alsia, Camera di Commercio, Commissione Lucani nel mondo, consorzi turistici, enti locali, operatori privati).

Azione per potenziamento sistema offerta turistica

Potenziamento del sistema di offerta turistica regionale attivando un'azione promozionale incentrata sulla valorizzazione di iniziative a dimensione regionale. Avvio di una procedura di concertazione con gli attori del sistema turistico per definire un calendario di occasioni di turismo culturale, enogastronomico, ambientale ed escursionistico fondato sulle tradizioni vive (sacre rappresentazioni, riti arborei, grandi feste religiose, parchi tematici e letterali, rete museale e archeologica, mostre di pittura e scultura, etc.) così da offrire in tutti i periodi dell'anno motivazioni specifiche per fare turismo in Basilicata.
Sono gli obiettivi indicati nella delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta del Presidente della Regione, Marcello Pittella, nel corso dell'ultima riunione.

Il provvedimento individua i Presidenti delle Aree Programma, oltre ai sindaci dei comuni capoluogo, quali interlocutori della concertazione e quali soggetti abilitati a proporre ciascuno un cartellone di iniziative. I Comuni sede dello svolgimento delle iniziative saranno individuati come beneficiari, stazioni appaltanti e responsabili della rendicontazione.
Le proposte di cartellone di iniziative, si legge nella delibera approvata dal Governo regionale, dovranno rispondere a precisi criteri selettivi quali: qualità progettuale della proposta; stretto collegamento con i seguenti tematismi: riti, miti e magiche atmosfere; viaggio nella memoria e nei paesaggi d'autore, grandi attrattori in scena, viaggi nella storia (cavalieri, rievocazioni, sfilate storiche, rappresentazioni); etnofolk, gusti, sapori, pratiche artigianali tradizionali; cultura arbereshe, arte e creatività contemporanea alle fonti della tradizione e dell'identità; sacralità e devozione lucana; integrazione temporale tra le iniziative inserite nel calendario; dimensione nazionale/regionale della iniziativa; storicità dell'iniziativa; rilievo sulla stampa nazionale nelle passate edizioni, rilievo sulla stampa regionale nelle passate edizioni.
Per il sostegno all'Azione di promozione delle risorse turistiche materiali ed immateriali la Giunta ha stanziato la somma complessiva di 600mila euro. La procedura di concertazione dovrà concludersi entro 30 giorni dalla pubblicazione del provvedimento.

Approvato Cartellone a regia regionale delle iniziative

Approvato anche il Cartellone di iniziative volte alla valorizzazione e fruizione ai fini turistici delle risorse immateriali culturali, enogastronomiche e ambientali, e a potenziare il sistema di offerta turistica regionale, riconoscendo l'insieme di iniziative quale efficace azione di racconto della Basilicata attraverso riti, manifestazioni ed eventi che caratterizzano e connotano la regione.
Per il sostegno all'Azione, si legge nel provvedimento del Governo regionale, è stata stanziata la somma complessiva di 1 milione e 900mila euro. La gestione amministrativa relativa alla erogazione dei finanziamenti agli enti beneficiari è in capo all'Agenzia di Promozione Territoriale (Apt) nei confronti della quale la Giunta ha autorizzato il trasferimento del 30% dell'intero stanziamento disposto a titolo di anticipazione e di successivi stati di avanzamento in ragione delle rendicontazioni che via via perverranno.

Il Cartellone a regia regionale delle iniziative di promozione e valorizzazione del patrimonio immateriale regionale comprende 9 aggregazioni tematiche:
«Riti, Miti e Magiche atmosfere», dedicato, in particolare, ai riti arborei diffusi sul territorio regionale, alle fiabe, agli attrattori pirotecnici; «Viaggio nella memoria e nei paesaggi d'autore» è rivolto ai Parchi letterari e a Premi e ricorrenze culturali tra cui il 50° anniversario del Vangelo Secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini; «Patrimonio storico e ambientale» con, tra gli altri, il Parco della Grancia e il suo cinespettacolo la Storia Bandita, la Città dell'Utopia di Campomaggiore Vecchio e «Endelss Diving-Step 36» nel mare Bandiera blu di Maratea; «Viaggi nella Storia» è rivolto alle principali manifestazioni con cavalieri, rievocazioni, sfilate storiche e rappresentazioni; «Etnofolk» prevede alcune iniziative culturali tra cui il teatro in vernacolo e rievocazione Conte Tramontano al castello di Matera.
L'aggregazione tematica «Gusti, Sapori, Pratiche artigianali tradizionali» si rivolge a diverse e consolidate iniziative diffuse sul territorio regionale tra le quali, in particolare, le sagre del pecorino Dop di Filiano, del fagiolo Igp di Sarconi, la giornata del peperone di Senise, la Festa internazionale del pane di Miglionico, il bianco e la melanzana rossa di Rotonda Dop; «Cultura Arbereshe» prevede iniziative a Barile, San Costantino Albanese e San Paolo Albanese; «Arte e creatività contemporanea alle fonti della tradizione dell'identità lucana», è caratterizzata invece, tra l'altro, dalle grandi mostre nei Sassi e dal Festival delle cento scale a Potenza.
«Sacralità e devozione lucana», infine, sostiene la Festa patronale e Carro della Bruna di Matera, la storica Parata dei Turchi e processione in onore di San Gerardo Vescovo di Potenza, la festa di San Gerardo Maiella.

 

(Fonte Regione Basilicata)

 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner